Biografia


3Nunzio Langiulli è nato a Gravina in Puglia, (BA) il 18 ottobre 1933, primogenito di nove figli da Michele Langiulli e Natrella Maria Raffaella. Frequentò la scuola media ed il primo anno del ginnasio presso il Seminario Diocesano di Gravina in Puglia anche perché, negli anni quaranta, a Gravina non c’erano che le sole scuole elementari e una scuola professionale di indirizzo agrario non equiparata alla scuola media per accedere al ginnasio e al liceo.
Conseguì la maturità classica presso il Liceo “Publio Virgilio Marone” di Gioia del Colle a luglio del 1953 e la laurea in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma a luglio 1957 svolgendo la tesi di laurea in Diritto Ecclesiastico sul tema “Posizione giuridica concordataria dell’Azione Cattolica Italiana. Iscritto all’albo dei praticanti procuratori di Bari a gennaio 1958, superò l’esame di procuratore legale il 1960, nello stesso anno si iscrisse all’Albo degli Avvocati e Procuratori di Bari e divenne Avvocato iscrivendosi nell’apposito Albo nel 1967, divenne cassazionista e si iscrisse nell’Albo Speciale per la Cassazione e le Magistrature Superiori il 1975. Ha esercitato la professione forense in Gravina in Puglia dal 1958 al 2008.
2Iscritto da sempre all’Azione Cattolica Italiana è stato Presidente Parrocchiale prima presso la sua Parrocchia di origine, la Parrocchia di San Giovanni Evangelista, dal 1958 al 1967 e poi in quella di San Domenico, sempre in Gravina in Puglia dal 1972 al 1952.
Su esplicito incarico del suo Vescovo, Mons. Aldo Forzoni, di santa memoria, ricostituì in Gravina l’Associazione Scoutistica Cattolica Italiana (ASCI) dirigendola per molti anni.
1Nel contempo ha ricoperto vari incarichi diocesani nella Gioventù Maschile di Azione Cattolica (GIAC) come delegato diocesano aspiranti fino ad essere eletto, nel 1981 alla carica di Presidente Diocesano della Diocesi di Gravina in Puglia per tre mandati fino al 1990, quando, dopo l’accorpamento della Diocesi di Gravina alle due Prelature Nullius di Altamura e di Acquaviva delle Fonti, insieme ai relativi presidenti diocesani operò la stesura del regolamento diocesano e la fusione delle tre associazioni di A.C.
Il 28 dicembre 1960 sposò Rosa Iannetti, giovanissima maestra elementare con la quale è felicemente sposato da cinquanta anni. Da questo matrimonio sono nati tre figli, Michele, nato il 14 settembre 1961, Pasquale, nato il 2 giugno 1963, entrambi laureati in Giurisprudenza, ora avvocati civilisti, e Maria Raffaella, nata il 22 settembre 1966, insegnante di Religione. Dai loro matrimoni sono nati dieci nipoti: Nunzio, Rosamaria e Giusi da Michele; Luca, Rosanna e Paolo da Pasquale; Lorenzo, Marielena, Davide e Roberto Maffei da Maria Raffaella.

 

Impegno politico

Entrato nel 1958 nella Democrazia Cristiana, fu primo eletto della lista DC al Consiglio Comunale di Gravina in Puglia alle elezioni comunali del 1960 e ricoprì la carica di Capo Gruppo Consigliare. Fu anche rieletto come consigliere comunale nella legislatura 1968-1972, dimettendosi per incompatibilità quando fu nominato Vice Pretore onorario di Gravina in Puglia. Entrò successivamente a far parte del Comitato Provinciale della DC rimanendovi per dieci anni, sempre rieletto nei vari congressi provinciali fino al 1981, quando si dimise per incompatibilità essendo stato eletto Presidente Diocesano di Azione Cattolica. È rimasto iscritto alla DC fino alla sua fine, dopo la “sventura” Martinazzoli, la scissione Casini, e la frantumazione della DC fino alla su definitiva estinzione.
È cattolico, non di sinistra e non di destra ma sempre anticomunista essendo stato forte oppositore ad ogni apertura della DC verso i partiti atei di sinistra, il cui credo e la cui attività, malgrado l’attuale adesione assurda ed incomprensibile di molti cattolici ed anche di Vescovi e sacerdoti, sono totalmente contrari e diversi dalla Dottrina Sociale della Chiesa. Molti Vescovi, molti preti e molti cattolici, in Italia, non hanno compreso che la sinistra non significa giustizia sociale.

 

Impegno ecclesiale

9Nel 1987 entrò, facendo una esplosiva esperienza di incontro con Cristo, nella Comunità di Gesù, nata a Bari nel 1983 che però fu eretta canonicamente quale Associazione Privata di Fedeli dal Sua Ecc. Mons. Tarcisio Pisani, di santa memoria, Vescovo di Altamura –Gravina- Acquaviva delle fonti Gravina in Puglia, in data 18 ottobre 1992 .
Da allora è membro dell’esecutivo della stessa. Essa fa parte del Rinnovamento Carismatico Cattolico, nato in USA nel 1967 e introdotto in Italia da alcuni Padri Gesuiti americani che insegnavano nelle Università e Facoltà Teologiche della Santa Sede in Roma. Nell’ambito delle attività del Rinnovamento Carismatico, Nunzio Langiulli è stato per dodici anni addetto stampa del Rinnovamento nello Spirito durante le annuali Convocazioni Nazionali presso la Fiera di Rimini. Per tale ufficio sovrintendeva, anche scrivendo gli articoli, alla stesura della pagina su Avvenire, accreditava i giornalisti, guidava le conferenze stampa durante la convocazione, curava giornalmente la rassegna stampa distribuendone copia a tutti giornalisti accreditati.
Per le Edizioni del Rinnovamento nello Spirito, era collaboratore della omonima rivista mensile allora diretta da Giorgio Amodeo, di santa memoria. Per le Edizioni RNS, Nunzio Langiulli scrisse due libri che furono pubblicati,: “Pregate gli uni per gli altri” nel ……., in cui viene affrontato il tema della preghiera sui fratelli e “Ti ho amato per primo” nel …. , in cui viene narrato il fiume di amore di Dio per l’uomo. Successivamente scrisse per la Rivista Carismatica “Venite e Vedrete” di cui era collaboratore, un “Quaderno” intitolato “Canterò nello Spirito” in cui viene affrontato il tela delle “Lingue” e del “Canto in lingue”.

 

La Catholic Fraternity

Queste Comunità Italiane, e fra le prime la Comunità di Gesù di Bari-Gravina, nel 1994 erano state ammesse a far parte della Catholic Fraternity Of Charismatic Covenant Communities And Fellowships, fondata da due uomini di santa memoria, Brian Smit –austarliano- e Bob Cavnar –statunitense- , eretta Canonicamente dal Pontificio Consiglio Per i Laici con decreto del 30 novembre 1990. La Catholic Fraternity annoverava ed annovera le Comunità Carismatiche di tutto il mondo ed era organizzata per Regioni Continentali tanto che nel suo esecutivo ogni regione ha fino a tre delegati.
Nunzio Langiulli fu eletto nell’esecutivo della Fraternity quale rappresentante dell’Europa. Il suo mandato, in atto, scade il 2013. Per questa sua funzione ha eseguito molte visite canoniche in Italia e in Europa e spesso è in altre parti del mondo in occasione della Conferenze mondiali della stessa associazione.

 

La riconciliazione tra i cristiani nel mondo

La Comunità di Gesù ha come carisma, poi diventato ministero nella Chiesa e nel Mondo, la riconciliazione tra i cristiani e, nell’esercizio di questo carisma, rispondendo alla chiamata di vari Vescovi in varie parti del Mondo, ha inviato del missionari per iniziare i dialoghi di “Ecumenismo Spirituale”. Per questa missione nel Mondo, Nunzio Langiulli e sua moglie Rosa sono stati ben quattro volte in Argentina, a Buenos Aires, dove hanno fondato la Comunità di Gesù ed hanno iniziato il dialogo ecumenico con gli Evangelici, partecipando alla fondazione del CRECES (Comunion Renovada entre Catolicos y Evangelicos en el Espiritu Santo).
Prossimamente i due coniugi partiranno per il Brasile dove, nell’Arcidiocesi di Fortaleza, il Vescovo ha chiesto la presenza e la fondazione della Comunità per ivi iniziare il cammino ecumenico.

 

Opere cattoliche, letterarie e storiche

Nunzio Langiulli è uno scrittore, autore di molte commedie in Vernacolo Gravinese che sono state rappresentate con successo in Gravina ed in altre città del meridione d’Italia dove il dialetto gravinese è comprensibile. Queste commedie saranno pubblicate quanto prima con a fronte la relativa traduzione in Italiano. Le Commedie sono: Se n’è scennute, La Bardinella, La mascechere mbacce, Ame fatte l’Italie, Don Ciccillo e il Paradiso, Nannina, La sacrestine, U quandaroine.
Ha scritto anche opere di soggetto religioso quali: Pregate gli uni per gli altri (Ed. RNS); Ti ho amato per primo (Ed. RNS); Canterò nello Spirito (Ed. “Venite e Vedrete), i cui contenuti sono già stati accennati innanzi; Il Tempo dello Spirito (Riflessione sul Libro degli Atti, Ed. Amen, Palermo, 2009); Divino Straniero (sulla Morale Cattolica Ed. Amen, Palermo, 2011); Canti di Natale ed Inni di Risurrezione (raccolta di Poesie sul Natale e sulla Pasqua sia in Italiano che in Dialetto con relativa traduzione a fronte scritte sia da Nunzio Langiulli che da sua figlia Langiulli Maria Raffaella- Ed. Il Grillo, Gravina in Puglia, 2006).
Ha scritto e pubblicato, come opera letteraria, un volume di poesie in dialetto Gravinese con traduzione italiana a piè di pagina, intitolata “Tèrr’a sulagne” (Terra solatia) (Ed. Ladisa, Bari, marzo 1991) con la prefazione di Leonardo Mancini e la postfazione di Vito Maurogiovanni, due illustri meridionalisti.
Sono di prossima pubblicazione: Divino Straniero- IO SONO (Ed. Amen, Palermo) che è la parte teoretica di Divino Straniero dalla Conoscenza alla Metafisica; Della vita e dell’amore – Poesie (Ed Il Grillo – Gravina) che è la raccolta antologica e storica di tutte le sue poesie; Che ne sai tu della Sapienza (Ed. Amen – Palermo) che contiene le riflessioni sul Libro della Sapienza; Cantiamo al Signore – I Salmi in lingua Gravinese (ed Il Grillo – Gravina) che è la traduzione dei salmi e dei cantici evangelici in dialetto gravinese – endecasillabi in quartine con rima alternata.

 

Incarichi attuali

Nunzio Langiulli è ora membro delegato di nomina vescovile al Sinodo della Diocesi di Altamura – Gravina –Acquaviva delle Fonti, Sinodo che si concluderà il giorno della festa dell’Immacolata Concezione del 2011.
È stato nominato dal Vescovo, mons. Mario Paciello, direttore dell’Ufficio della Curia Diocesana per l’Ecumenismo.

 

Impegno artistico

Nunzio Langiulli è pittore paesaggista, autodidatta. Dipinge fin da quando aveva 14 anni. Ha fatto alcune mostre personali in Gravina e in Castellaneta Marina, è inserito nel Catalogo dei pittori italiani contemporanei. Ha vinto il primo premio nel concorso, di pittura “Coste dello Ionio”, due primi premi in Gravina, ha ricevuto una Menzione Speciale della Giuria in un concorso di pittura a Conversano (BA) ed altri riconoscimenti in varie mostre.
Costruisce presepi con sughero nero per costruzioni in campane di vetro di varie dimensioni o in teche di legno e vetro con “puparelli napoletani” in terra cotta. Si tratta di presepi che rimangono come opere d’arte. Ha partecipato con numerosi suoi presepi alla mostra dei presepi artistici organizzata nel 2008 dall’Archeoclub di Gravina in Puglia.